Published 29 Marzo 2022 - in Career Advices Market Trends Professional Insights

Chief Financial Officer: chi è e come si diventa

Le competenze che delineano il ruolo del Chief Financial Officer (acronimo CFO), unitamente a un mercato finanziario sempre più complesso e competitivo, hanno permesso al CFO di diventare un profilo strategico per l’organizzazione aziendale.

Ma cosa fa un CFO e qual è il percorso di formazione necessario per farsi carico delle responsabilità attribuite a questo ruolo?

 

Chief Financial Officer: cosa fa

Iniziamo l’approfondimento sul CFO andando ad analizzare alcune delle mansioni svolte nell’ambito del processo aziendale.

Il Chief Financial Officer fa parte del board of directors e, nell’organigramma del comitato direttivo e del management, risponde direttamente al Direttore Generale. Nello svolgimento delle proprie funzioni dirigenziali si occupa essenzialmente di:

·        Attuare la strategia di crescita aziendale pianificando/implementando i processi e monitorando le attività nelle aree di Finanza e Controllo e di Amministrazione e Contabilità.

·        Organizzare la comunicazione in ambito finance e gestire i rapporti con gli investitori, gli azionisti e gli stakeholders.

 

Chief Financial Officer: responsabilità

Adesso che abbiamo messo a fuoco cosa fa il CFO, procediamo facendo il punto su alcune delle principali responsabilità assegnate:

·        Redigere le chiusure contabili e i bilanci societari nel rispetto dei parametri di conformità.

·        Verificare il rispetto delle normative vigenti nella gestione delle attività economico-finanziarie.

·        Definire le strategie aziendali e studiare la fattibilità di operazioni quali acquisizioni e fusioni.

·        Studiare gli investimenti industriali e finanziari.

·        Raccogliere e analizzare i dati finanziari, monitorando i trend dei mercati che possono influire sullo ‘stato di salute’ dell’impresa.

·        Gestire i rapporti con gli istituti di credito, gli studi di revisione contabile e simili.

 

Come si diventa Chief Financial Officer?

Per diventare Chief Financial Officer il percorso inizia con un piano di studi universitario a indirizzo economico finanziario, oppure anche ingegneristico gestionale.

Il bagaglio di conoscenze dovrà poi essere arricchito da un corso post-laurea professionalizzante. La specializzazione conseguente a un master, ad esempio, consente di entrare nel merito delle competenze tecniche e delle responsabilità che delineano la figura professionale del Chief Financial Officer.

Occorre poi maturare esperienze qualificanti nel settore per dare al proprio curriculum vitae lo spessore giusto per il ruolo di CFO. In particolare, sono richieste esperienze sia in aziende di consulenza e revisione contabile, sia in organizzazioni strutturate e finanziariamente complesse.

Il progresso costante nella carriera, le hard skill maturate e attestate da certificazioni e i progetti già realizzati sono il miglior biglietto da visita per gli aspiranti CFO.

 

Chief Financial Officer: stipendio

Dal momento che il Chief Financial Officer è un punto di riferimento per i vertici aziendali, l’aspettativa di retribuzione è commisurata al ruolo e alle responsabilità.

Per avere un’idea di quanto guadagna un CFO, è opportuno prima capire quali sono i criteri di remunerazione. Qui di seguito sono elencati i fattori da considerare quando si negozia lo stipendio in fase di assunzione, o quando si decide di chiedere un aumento.

·        Qualifiche (per esempio master in finanza e amministrazione, oppure in revisione contabile)

·        Esperienza professionale attinente al ruolo e al settore di attività dell’azienda

·        Percorso di carriera, anzianità di servizio e obiettivi raggiunti

·        Dimensioni della società.


Stipendio CFO in Italia

Alla luce di quanto sopra, possiamo trarre indicazioni più precise in merito allo stipendio del Chief Financial Officer in Italia.

Ecco due possibili scenari:

1)   Il CFO di una PMI, con precedente esperienza sul campo di almeno 7/8 anni, può ambire a una remunerazione lorda variabile dai 65.000 € ai 90.000 € lordi annui.

2)   Il CFO di una società facente parte di un gruppo più grande, o di una holding society, con precedente esperienza nel ruolo di 10 o più anni, può arrivare a guadagnare anche 300.000 € lordi annui.

Ciò che ha un peso specifico importante nella busta paga di un CFO è la quota variabile, ovvero i bonus sugli obiettivi: tale quota può variare mediamente dal 15% fino al 30% del salario di base. Infine, per il calcolo complessivo, vanno considerati eventuali benefit come il fondo pensione complementare, l’assicurazione medica, l’auto aziendale e le opzioni su azioni della società.

Clicca qui e scopri le nostre opportunità di carriera in ambito Finance.