Published 20 Gennaio 2023 - in Market Trends Professional Insights

Supply Chain Management: definizione e vantaggi

Supply Chain Management: definizione e vantaggi per le aziende

In italiano, il significato di Supply Chain Management è “gestione della catena di approvvigionamento/distribuzione”. Con questa espressione si intende la gestione del flusso di beni e servizi, inclusi tutti i processi che trasformano le materie prime in prodotti finali.

Gestendo la supply chain, le aziende possono ridurre i costi in eccesso e offrire i prodotti al consumatore in modo più rapido ed efficiente.

Che cos’è la Supply Chain Management

Per arrivare alla definizione di Supply Chain Management (SCM) è importante capire, prima di tutto, cosa non è. La SCM non è la gestione dell’inventario, della logistica, delle partnership con i fornitori, delle strategie di spedizione, della distribuzione, degli appalti o del sistema informatico. O meglio, può comprendere tutti questi aspetti.

Oggi la Supply Chain Management viene definita come la supervisione di materiali, informazioni e finanze attraverso la catena di approvvigionamento dal fornitore al produttore, fino al grossista, rivenditore e cliente.

La Supply Chain è infatti il processo che consente di portare sul mercato un prodotto/servizio. Comprende quindi diverse figure professionali e diverse fasi, in quanto riguarda i processi produttivi così come la logistica distributiva.

Da un lato ci sono gli aspetti pratici, e quindi la pianificazione, l’esecuzione e il controllo delle attività legate al flusso dei materiali, a partire da quando arriva l’ordine del cliente; dall’altro ci sono gli elementi che consentono tutto ciò.

Tre sono le fasi principali che compongono la Supply Chain:

  • l’approvvigionamento: come, dove e quando reperire le materie prime che servono a produrre un bene;
  • la produzione: la costruzione vera e propria del bene, attraverso l’uso delle materie prime;
  • la distribuzione: le operazioni che consentono all’azienda di portare il bene al cliente.

Tali fasi comprendono le attività di marketing, il rapporto con i fornitori, l’acquisto delle materie prime e il loro stoccaggio, la produzione vera e propria, la gestione e lo stoccaggio dei prodotti finiti, la gestione degli ordini d’acquisto e delle consegne, e la logistica di ritorno (i cosiddetti “resi”).

I vantaggi della Supply Chain Management

Una corretta gestione della Supply Chain Management ha effetti benefici sul flusso dei materiali, sul flusso di informazioni e sul flusso finanziario.

Miglioramento del flusso dei materiali e dei prodotti

Il time to market, il tempo che intercorre tra l’inizio dello sviluppo di un nuovo prodotto e l’avvio della sua commercializzazione, è un indicatore importante. Minore è il tempo che un bene impiega per raggiungere il cliente finale, maggiore è l’efficienza del flusso del prodotto.

Tuttavia, ci sono molti fattori da considerare come la qualità dei materiali e dei prodotti, il rapporto tra domanda e offerta, i costi di spedizioni e di stoccaggio.

Una gestione efficace della Supply Chain consente alle aziende di migliorare il flusso dei prodotti attraverso previsioni accurate della domanda e delle vendite, e anche di migliorare la gestione dell’inventario così da evitare che via sia una sovrapproduzione o una sottoproduzione.

Miglioramento del flusso di informazioni

I clienti, nel mercato odierno, chiedono costantemente risposte in tempo reale e un facile accesso ai prodotti e ad altri contenuti della supply chain: il flusso di informazioni dovrebbe dunque essere ininterrotto.

Un flusso di informazioni intermittente e insufficiente, a causa di una catena di approvvigionamento frammentata, può portare a rapporti scadenti con i fornitori e i clienti.

Miglioramento del flusso finanziario

Un ultimo importante elemento della Supply Chain è il flusso di cassa: specialmente le grandi aziende hanno migliaia di fatture e pagamenti di cui occuparsi. L’imprevedibilità e la variabilità delle entrate e delle uscite possono aggiungere ulteriore complessità al flusso finanziario della catena di approvvigionamento, già intrinsecamente complesso.

L’implementazione della gestione della catena di approvvigionamento può aiutare le aziende ad affrontare le sfide del flusso di cassa, consentendo loro di valutare attentamente i processi attuali, di identificare gli anelli deboli che rallentano e ostacolano il flusso finanziario e di trovare le giuste soluzioni per affrontare i problemi.

Con un efficace Supply Chain Management, le aziende possono analizzare in modo completo e continuo i loro processi, identificare e colmare le lacune, ridurre i costi, agevolare il processo decisionale e guadagnare un vantaggio competitivo.