Published 17 Novembre 2022 - in Management Advices Market Trends Professional Insights

Tecniche di project management

Tecniche di Project Management: come gestire un progetto

Il Project Management è l’uso di conoscenze, abilità, strumenti e tecniche necessari alla gestione di un progetto.

In ogni progetto è possibile individuare quattro fasi: analisi, progettazione, pianificazione e realizzazione. All’interno di ciascuna fase vengono svolte specifiche attività, che devono essere conosciute e padroneggiate affinché il progetto abbia successo. Cosa fa il Project Manager, dunque? Gestisce il progetto in ogni suo aspetto, assicurandosi che tutte le persone coinvolte perseguano l’obiettivo fissato dall’azienda.

A disposizione del Project Manager vi sono numerosi strumenti, le cosiddette tecniche di Project Management, che lo supportano nella pianificazione e nella gestione ottimale del progetto.

Ma quali sono gli strumenti di Project Management più utilizzati, e a quali situazioni si sposano meglio?

WBS (Work Breakdown Structure)

La WBS, o struttura di ripartizione del lavoro, consiste nel rappresentare graficamente (attraverso una struttura ad albero) il lavoro che deve essere svolto. In genere è la prima delle tecniche di Project Management applicate, in quanto permette di individuare i “deliverable” (prodotti o servizi da offrire al cliente). Dal punto di vista pratico, viene realizzato un grafico a livelli: in basso si trovano i deliverable, con tutte le attività necessarie alla loro realizzazione. Tale livello rappresenta il pacchetto di lavoro, e deve essere completato con gli obiettivi da raggiungere, le caratteristiche delle risorse a cui deve essere affidato, e le modalità con cui le loro prestazioni verranno valutate.

Diagramma di Gantt

Inventato nel Millenovecento da un ingegnere americano, il diagramma di Gantt può essere impiegato per rappresentare tempistiche e avanzamento di qualsiasi progetto. La tabella, grazie alle barre orizzontali a progressione, consente di monitorare i dati di ogni aspetto del progetto: le ore di lavoro, le risorse da impiegare, la durata della singola unità ecc.

Semplice da creare e da aggiornare, è tra le migliori tecniche di Project Management quando si tratta di controllare come un progetto procede. Ed è utile anche a rafforzare i legami tra i membri del team, in quanto dimostra come le diverse attività siano in connessione tra loro e come – dal successo di una – dipenda il successo delle altre.

CPM – Critical Path Method

Il metodo del percorso critico e del reticolo logico è una particolare tecnica di Project Management, pensata per individuare le attività primarie di un progetto (quelle che, se tardano, hanno un impatto sul progetto intero). Tutto si basa sulla realizzazione del reticolo logico:

  • si definiscono i deliverable;
  • si imposta la WBS, così da collegare i pacchetti di lavoro ai deliverable;
  • si identificano le dipendenze tra attività e i vincoli;
  • si stima la durata della singola attività.

In questo modo si riesce a conferire al progetto un percorso critico, stimandone la durata e individuando le sue attività primarie, quelle a cui è necessario prestare la massima attenzione.

Metodo Kanban

Nato per evitare i problemi di sovrapproduzione, il metodo Kanban elimina gli elementi di confusione presenti nel progetto affinché le risorse possano concentrarsi sull’obiettivo da raggiungere e sulla realizzazione delle attività primarie. Applicabile ad un progetto già avviato, serve di fatto a migliorarlo. Il suo principale vantaggio? Rivolgendosi al team, lo incoraggia a migliorarsi continuamente e a rafforzare lo spirito di squadra, ad evitare sovraccarichi e a migliorare la produttività.

Il metodo Kanban prevede la suddivisione delle attività in:

  • attività arretrate;
  • attività in corso;
  • attività programmate;
  • attività concluse.

Queste, poste all’interno di colonne verticali, vengono spostate a seconda dello stato d’avanzamento della singola attività. In questo modo, si evita di dimenticare un’attività e di cominciarne troppe contemporaneamente.

In genere si tende ad utilizzare le diverse tecniche di Project Management in sinergia, così da avere una perfetta padronanza del progetto in atto.